Perdita di capelli (alopecia): tipi, cause e trattamento

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

I capel­li lus­su­reg­gian­ti sono un sim­bo­lo di salu­te, feli­ci­tà e suc­ces­so nel­la nostra socie­tà. La per­di­ta dei capel­li è quin­di com­bat­tu­ta con tut­ti i mez­zi. Purtroppo, la per­di­ta di capel­li è un pro­ble­ma mol­to com­ples­so per il qua­le né una cau­sa né un trat­ta­men­to effi­ca­ce pos­so­no sem­pre esse­re tro­va­ti imme­dia­ta­men­te.

La pel­le e i capel­li sono a vol­te indi­ca­ti come “spec­chi del nostro cor­po”. La per­di­ta dei capel­li può infat­ti esse­re il risul­ta­to di una malat­tia fisi­ca o men­ta­le, e al con­tra­rio, i pro­ble­mi con la cre­sci­ta dei capel­li o dei capel­li pos­so­no por­ta­re a gra­vi pro­ble­mi di salu­te men­ta­le e per­si­no depres­sio­ne. Non è quin­di sor­pren­den­te che que­sta sia una del­le zone più popo­la­ri in cui tut­ti i tipi di scia­bo­le ciar­la­ta­no sono atti­vi e per i qua­li sono rac­co­man­da­ti i rime­di più fan­ta­sti­ci. Nella miglio­re del­le del­le infor­ma­zio­ni, que­sti far­ma­ci mira­co­lo­si non han­no alcun effet­to, a vol­te facen­do più male che bene.

Ci sono mol­te pos­si­bi­li cau­se di per­di­ta di capel­li (o alo­pe­cia) e anche vari tipi di per­di­ta di capel­li. Determinare la cau­sa esat­ta è un pri­mo pas­so nel trat­ta­men­to.

Come crescono i capelli?

I capel­li sono fat­ti da cel­lu­le del­la pel­le nei fol­li­co­li pili­fe­ri o fol­li­co­li pili­fe­ri. Il nume­ro di fol­li­co­li pili­fe­ri sul cuo­io capel­lu­to varia di 100.000. Il nume­ro di fol­li­co­li pili­fe­ri è gene­ti­ca­men­te deter­mi­na­to. I capel­li bion­di, per esem­pio, han­no più fol­li­co­li pili­fe­ri rispet­to ai capel­li scu­ri e dai capel­li ros­si.

Con l’e­tà, il nume­ro di fol­li­co­li pili­fe­ri dimi­nui­sce leg­ger­men­te, e quin­di auto­ma­ti­ca­men­te il nume­ro di peli.

La cre­sci­ta dei capel­li è un pro­ces­so cicli­co con fasi di cre­sci­ta (“fase ana­ge­ni­ca”), tran­si­zio­ne (“fase cata­ge­na­ria”) e degra­da­zio­ne (“fase telo­ge­ni­ca”). La fase di cre­sci­ta dei capel­li del cra­nio richie­de cir­ca 3 anni. Alla fine di que­sto perio­do, la divi­sio­ne cel­lu­la­re si fer­ma e i capel­li diven­ta­no sem­pre più sot­ti­li. Durante la fase di tran­si­zio­ne, i capel­li si allen­ta­no gra­dual­men­te dal fol­li­co­lo pili­fe­ro e cade duran­te la fase di degra­da­zio­ne. Questa fase di costru­zio­ne richie­de cir­ca 3 mesi. A dif­fe­ren­za di alcu­ni ani­ma­li, dove i capel­li sono mas­sic­ci dopo l’in­ver­no, il ciclo dei capel­li negli esse­ri uma­ni è mol­to più rego­la­re. Anche se c’è una cer­ta influen­za sta­gio­na­le con un pic­co di per­di­ta di capel­li intor­no ad ago­sto-set­tem­bre.

Nell’uomo, dal 60 al 90% dei capel­li è sem­pre in fase di cre­sci­ta e dal 10 al 20% nel­la fase di ripo­so o degra­da­zio­ne. Supponendo che 10.000 peli sia­no su una testa e che un capel­lo riman­ga per 100 gior­ni (3 mesi), quin­di una media di 100 peli esco­no natu­ral­men­te in un gior­no.

La velo­ci­tà con cui i capel­li cre­sco­no varia da per­so­na a per­so­na, ma in media i capel­li si gon­fia­no al gior­no di 0,5 mm in più. I capel­li del­le don­ne cre­sco­no leg­ger­men­te più velo­ce­men­te di quel­li degli uomi­ni, e la “età di pic­co” è tra i 50 ei 70 anni.

Misurare la perdita di capelli

Se hai l’im­pres­sio­ne di per­de­re trop­pi peli, pos­so­no esse­re effet­tua­ti esa­mi di fol­low-up:

- Durante 24 ore, 4 gior­ni dopo il lavag­gio (o se si lava­no i capel­li più spes­so, 24 ore pri­ma del lavag­gio suc­ces­si­vo) rac­co­glie­re e con­ta­re la per­di­ta di capel­li;
— il test di tra­zio­ne: tira­re con atten­zio­ne su un fascio di capel­li di cir­ca 100 peli. Se ven­go­no sca­ri­ca­ti più di 20 peli, sono neces­sa­ri ulte­rio­ri esa­mi;
— lo sta­to del tri­co­gram­ma o del­la radi­ce dei capel­li: In que­sto meto­do, cir­ca 50 peli ven­go­no taglia­ti a 1 cm, che ven­go­no poi tira­ti con un rapi­do scat­to ver­so la cre­sci­ta dei capel­li. Le radi­ci dei capel­li ven­go­no poi esa­mi­na­te al micro­sco­pio, che for­ni­sce infor­ma­zio­ni ogget­ti­ve sul­le fasi di cre­sci­ta e le for­me ano­ma­le del­le radi­ci dei capel­li.

Alopecia androgenetica

La for­ma più comu­ne di per­di­ta di capel­li è l’a­lo­pe­cia andro­ge­ne­ti­ca, che si veri­fi­ca sot­to l’in­fluen­za degli andro­ge­ni, gli ormo­ni maschi­li. Questo tipo di per­di­ta di capel­li si veri­fi­ca sia negli uomi­ni che nel­le don­ne, anche se in misu­ra mino­re.

È la tipi­ca per­di­ta di capel­li che si veri­fi­ca a par­ti­re da una cer­ta età. Negli uomi­ni, di soli­to ini­zia con uno spo­sta­men­to del­l’at­tac­ca­tu­ra dei capel­li alle tem­pie, poi anche sul­la fron­te. Allo stes­so tem­po, la coro­na può diven­ta­re nuda. La fase fina­le, in cui riman­go­no solo i capel­li a fer­ro di caval­lo, è rag­giun­ta solo dal 10 al 15% degli uomi­ni. Nelle don­ne, la per­di­ta dei capel­li è più discre­ta e non si svi­lup­pa mai in una vera cal­vi­zie.

Questa for­ma di per­di­ta di capel­li è ere­di­ta­ria. Si pen­sa che ci sia una pre­di­spo­si­zio­ne gene­ti­ca che ren­de la radi­ce dei capel­li più sen­si­bi­le all’or­mo­ne maschi­le in alcu­ne per­so­ne, anche a con­cen­tra­zio­ni nor­ma­li, che fa sì che i capel­li per ter­mi­na­re il suo ciclo di capel­li più velo­ce­men­te e quin­di più capel­li a fal­li­re di quan­to si for­mi­no.

Questa for­ma di per­di­ta di capel­li non può esse­re “cura­ta”, ma ci sono una serie di meto­di per fer­ma­re lo svi­lup­po o addi­rit­tu­ra cau­sa­re la cre­sci­ta di nuo­vi capel­li:

- Una lozio­ne per capel­li con 2% mino­xi­dil, un far­ma­co ori­gi­na­ria­men­te uti­liz­za­to per l’i­per­ten­sio­ne, può far ricre­sce­re i capel­li. Tuttavia, il pro­dot­to deve esse­re uti­liz­za­to per tut­ta la vita, altri­men­ti la per­di­ta di capel­li ini­zie­rà di nuo­vo.
— Recenti stu­di dimo­stra­no anche che una lozio­ne con un anti­bat­te­ri­co e un prin­ci­pio atti­vo anti­mi­co­ti­co può anche ini­bi­re la per­di­ta di capel­li e il pru­ri­to asso­cia­to.
— Nelle don­ne, in cir­ca il 50% dei casi è pos­si­bi­le ini­bi­re la per­di­ta di capel­li con pre­pa­ra­ti ormo­na­li che bloc­ca­no l’a­zio­ne del testo­ste­ro­ne del­l’or­mo­ne maschi­le.
— I meto­di chi­rur­gi­ci come il tra­pian­to di capel­li e la ridu­zio­ne del cuo­io capel­lu­to pos­so­no for­ni­re risul­ta­ti mol­to sod­di­sfa­cen­ti.

Alopecia areata

L’alopecia area­ta, la for­ma più comu­ne di per­di­ta di capel­li dopo l’a­lo­pe­cia andro­ge­ne­ti­ca, è carat­te­riz­za­ta da una o più mac­chie ova­li, com­ple­ta­men­te cal­ve, che sono ben defi­ni­te e di soli­to limi­ta­te in ter­mi­ni di dimen­sio­ni. Tuttavia, que­sti pun­ti pos­so­no fon­der­si e svi­lup­par­si in una cal­vi­zie com­ple­ta.

Le mac­chie cal­ve si veri­fi­ca­no prin­ci­pal­men­te sul cuo­io capel­lu­to, ma pos­so­no anche influen­za­re la zona del­la bar­ba, le soprac­ci­glia, le ciglia o il pube. La dura­ta di que­sta malat­tia varia tra 4 e 10 mesi. Il pro­ces­so di gua­ri­gio­ne ini­zia con la cre­sci­ta di pic­co­li peli bian­chi sof­fi­ci, che gra­dual­men­te sco­lo­ri­sco­no.

La cau­sa di tut­to ciò non è sta­ta anco­ra chia­ri­ta, ma anche in que­sto caso potreb­be esser­ci un fat­to­re ere­di­ta­rio. Si sospet­ta anche che alcu­ne malat­tie autoim­mu­ni (cioè malat­tie, cau­sa­te dal­la pro­du­zio­ne di anti­cor­pi con­tro par­ti del cor­po, in que­sto caso con­tro le radi­ci dei capel­li), una pre­di­spo­si­zio­ne ere­di­ta­ria allo svi­lup­po di un’al­ler­gia, pro­ble­mi alla tiroi­de, alcu­ne infe­zio­ni del­la boc­ca, naso, gola e orec­chie (ad esem­pio iti­ne­ra­rio del seno, cavi­tà den­ta­li e ora­li, ecc.) e fat­to­ri psi­co­lo­gi­ci (come lo stress) e fat­to­ri psi­co­lo­gi­ci (come lo stress) e fat­to­ri psi­co­lo­gi­ci (come lo stress).

Poiché la cau­sa e il cor­so di que­sto tipo di per­di­ta di capel­li non è noto, non esi­ste anche alcun trat­ta­men­to cau­sa­le. Le opzio­ni tera­peu­ti­che inclu­do­no l’u­so gene­ra­le o loca­le di cor­ti­co­ste­roi­di o tera­pia PUVA, che è un trat­ta­men­to con rag­gi UVA di luce che pos­so­no cau­sa­re tem­po­ra­nea­men­te la cre­sci­ta dei capel­li. A cau­sa del sospet­to di un mal­fun­zio­na­men­to del siste­ma immu­ni­ta­rio, è già sta­ta uti­liz­za­ta una sostan­za, che inne­sca un’al­ler­gia da con­tat­to alle mac­chie cal­ve. La rispo­sta immu­ni­ta­ria diret­ta con­tro que­sto aller­ge­ne da con­tat­to sop­pri­me quin­di la rea­zio­ne diret­ta con­tro la radi­ce dei capel­li, in modo che i capel­li pos­sa­no ricre­sce­re di nuo­vo.

Perdita di capelli diffusi

Questa for­ma di per­di­ta di capel­li si dif­fon­de in tut­to il cuo­io capel­lu­to e rara­men­te por­ta alla cal­vi­zie com­ple­ta.

La for­ma più comu­ne è telo­ge­n­hair o telo­ge­nef­f­vium, che ter­mi­na il ciclo dei capel­li pre­ma­tu­ra­men­te e rag­giun­ge il telo­gen o la fase di degra­da­zio­ne più velo­ce­men­te. Questa for­ma di per­di­ta di capel­li può esse­re una con­se­guen­za di stress fisi­co o psi­co­lo­gi­co, come feb­bre alta, infe­zio­ni, ane­mia, chi­rur­gia, un inci­den­te, pro­ble­mi emo­ti­vi, una die­ta rigo­ro­sa, abu­so di alcol e così via. Alcuni far­ma­ci (ad esem­pio alcu­ni assot­ti­glia­men­to del san­gue e far­ma­ci anti­i­per­ten­si­vi) pos­so­no anche inne­sca­re tale per­di­ta di capel­li.

Normalmente, la per­di­ta di capel­li si veri­fi­ca cir­ca 3 mesi dopo il fat­to­re di atti­va­zio­ne.

La per­di­ta dei capel­li, che spes­so si veri­fi­ca cir­ca tre mesi dopo il par­to, è anche una for­ma di efflu­vium telo­gen. La pro­por­zio­ne di capel­li ana­nei (capel­li nel­la fase di cre­sci­ta) è 95% duran­te la gra­vi­dan­za, in modo che la nor­ma­le per­di­ta di capel­li telo­gen è note­vol­men­te ridot­ta in que­sto momen­to. Dopo il par­to, que­sti fol­li­co­li pili­fe­ri pas­sa­no rapi­da­men­te nel­la fase telo­ge­na sot­to l’in­fluen­za del­la dimi­nu­zio­ne dei livel­li di estro­ge­ni. Il risul­ta­to è un aumen­to del­la per­di­ta di capel­li cir­ca 3 a 4 mesi più tar­di.

Con il telo­ge­ne Effluvium, c’è poco da fare che affron­ta­re la cau­sa e aspet­ta­re: nei pros­si­mi 6–12 mesi, i capel­li cre­sce­ran­no spon­ta­nea­men­te. Se neces­sa­rio, gli inte­gra­to­ri di cisti­no e methio­ni­na, i mat­to­ni dei nostri capel­li, pos­so­no esse­re som­mi­ni­stra­ti per alcu­ni mesi.

Lo stes­so vale per la per­di­ta di capel­li in pazien­ti onco­lo­gi­ci trat­ta­ti con che­mio­te­ra­pia. Qui, tut­ta­via, le radi­ci dei capel­li sono così gra­ve­men­te dan­neg­gia­te che i capel­li non rie­sce anco­ra nel­la fase di cre­sci­ta e la per­di­ta di capel­li può veri­fi­car­si entro la set­ti­ma­na dopo l’i­ni­zio del­la tera­pia. Questa for­ma di per­di­ta di capel­li recu­pe­ra anche da sola dopo l’in­ter­ru­zio­ne del­la tera­pia.

Cicatrici

Questo tipo di per­di­ta di capel­li, alo­pe­cia cica­tri­ce, è una con­se­guen­za del­le cica­tri­ci del­la pel­le del cra­nio, che pro­vo­ca la per­di­ta per­ma­nen­te di un cer­to nume­ro di fol­li­co­li pili­fe­ri. Questo può esse­re pre­sen­te dal­la nasci­ta o può veri­fi­car­si più tar­di nel­la vita a cau­sa di ustio­ni, inci­den­ti o infe­zio­ni. Può anche esse­re la fase fina­le di un’in­fe­zio­ne fun­gi­na. Per deter­mi­na­re que­sto, è neces­sa­rio un esa­me spe­cia­li­sti­co per rimuo­ve­re un pic­co­lo pez­zo di pel­le.
Il recu­pe­ro non è pos­si­bi­le, ma nel caso di un’in­fe­zio­ne fun­gi­na, ad esem­pio, un’al­tra cata­stro­fe può esse­re pre­ve­nu­ta.

Alopecia traumatica

L’alopecia trau­ma­ti­ca è cau­sa­ta dal­lo sti­ra­men­to dei capel­li. Un esem­pio tipi­co è la per­di­ta di capel­li nel­le don­ne, che spes­so fan­no una coda di caval­lo. Questo a vol­te por­ta ad una dilui­zio­ne dei capel­li a livel­lo del­la fron­te.

Un altro esem­pio tipi­co è la cosid­det­ta mania tri­co­till, la mania di gio­ca­re costan­te­men­te con i cespu­gli di capel­li. Questo può por­ta­re a ampie mac­chie cal­ve.

Un recu­pe­ro com­ple­to è pos­si­bi­le se i capel­li sono lascia­ti soli.

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter.

Si prega di leggere prima di inviare
Ho letto e capito l'informativa sulla privacy. Accetto che i miei dati e i miei dati saranno raccolti e memorizzati elettronicamente per rispondere alla mia richiesta. Nota: puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento per il futuro inviando un'e-mail a info@factorhair.de .

Fattore Capelli

Non sognare di capelli belli e sani. Con Factor Hair Activator è possibile affrontare il problema alla radice e attivare la nuova crescita dei capelli con un tasso di successo di oltre il 93%.

Approfitta della nostra formula unica, la cui efficacia è stata dimostrata da studi clinici. Ottenere capelli più spessi, più sani e più forti di quanto si possa mai pensare possibile.

Factorhair 2019 © tutti i diritti riservati.

Initiative: Fairness im Handel

Membro dell'iniziativa "Fairness in Trade".
Informazioni sull'iniziativa: https://www.fairness-im-handel.de

Programma di affiliazione webmaster per prodotti di bellezza esclusivi